Perchè acquistare un caricabatterie ad energia solare: i vantaggi della soluzione ecosostenibile

Quando si fanno viaggi in tenda e lo spazio è tutto, un caricabatterie solare non potrà certo mancare nel tuo bagaglio. Molto utile soprattutto in casi d’emergenza. Vedremo perché risulta uno strumento, se non indispensabile, sicuramente utilissimo per gli amanti delle vacanze avventurose.

Puoi usarli anche se sei uno di quelli che fa percorsi molto lunghi ad esempio e fai molto uso di dispositivi elettronici come:

  • frigoriferi portatili;
  • tablet;
  • aspirapolvere per auto;
  • macchine fotografiche;
  • droni;
  • cellulari;
  • sigarette elettroniche.

Insomma, una buona gestione energetica è fondamentale per farti trascorrere qualche piacevole giornata con con la tua tenda e lo zaino in spalla.

Quale caricatore solare acquistare?

Quando si sceglie quale caricabatterie solare, bisogna pensare a quanto tempo si starà fuori e quanti dispositivi elettronici occorreranno ricaricare.

Man mano che trascorri più tempo lontano da una presa elettrica, avrai bisogno di una caricatore più potente e se possibile, di una buona batteria con sufficiente capacità di stoccaggio. Si sa, quando si sta in campeggio o si fanno lunghe sessioni di trekking, trovare una presa non è mai cosa facilissima.

Ci sono caricatori solari che hanno i propri pannelli integrati e fissi. Altri invece che di solito sono removibili e si aprono come una fisarmonica in modo da avere più superficie in grado di catturare i raggi solari.  Sono accompagnati tutti una batteria o powerbank in modo che in caso di mancanza di luce si abbia abbastanza energia.

Se trascorri diversi giorni lontano dalla “civiltà” è necessario però che, oltre ad avere un caricatore solare con piastre grandi, tu abbia una o più batterie per poter soddisfare tutte le eventuali emergenze.

Caratteristiche  più importanti per scegliere un caricatore solare

Potenza caricatori solari: non è la stessa cosa avere 12W o 150W. Per brevi viaggi sicuramente un modello base andrà benissimo. Per viaggi più lunghi e avventurosi invece, un caricatore da 150 W sarà caldamente raccomandato.

Batteria, è necessaria o meno? Alcuni preferiscono ricaricare i propri dispositivi elettronici direttamente dai pannelli solari, altri da una batteria esterna o powerbank.  Altri ancora li usano entrambi a seconda della necessità. Questa varierà a seconda del tipo di dispositivi e del numero di essi. Ad esempio, per 3 cellulari e un tablet sarebbe conveniente utilizzare sia una batteria portatile che dei pannelli solari.

Tipo di connessioni: questi prodotti devono avere connessioni per fornire alimentazione a piccoli dispositivi elettronici come i cellulari la cui tensione necessaria non supera i 5 V e le loro connessioni sono solitamente:

  • USB;
  • micro USB;
  • USB-C.

Ci sono anche altri caricatori solari che hanno un’uscita da CC (corrente continua) a CA (corrente alternata) in cui è possibile collegare dispositivi elettronici che richiedono più tensione come apparecchiature ad esempio i PC portatili.

Il peso dei caricatori solari

Ci sono caricatori solari con un peso elevato che sono predisposti per il collegamento a grandi batterie 12v o 24v per collegarsi successivamente a un inverter e quindi essere in grado di collegare apparecchi tradizionali a 220v come un forno a microonde o un asciugacapelli.

Peso, trasporto e misure: non ci sono prodotti migliori o peggiori. Ce ne sono più adatti per alcune attività rispetti ad altre.

Nel caso di caricatori solari di peso inferiore a 1 kg sono solitamente ideali per fare un picnic o per fare un breve percorso escursionistico che dura al massimo un giorno. Quelli con la capacità più elevata sono progettati per chi trascorre diversi giorni lontano dalla corrente elettrica. Per esempio su percorsi di più giorni attraverso le montagne.

Molte persone dimenticano che il trasporto di un caricatore solare può essere qualcosa che non si nota mentre si fa la valigia, ma lo si noterà invece, quando lo si porterà in giro. Il peso è l’aspetto che determinerà il maggior comfort e il modo di trasportarsi. Molto spesso questi dispositivi verranno attaccati allo zaino e pesi superiori ad chilogrammo potrebbero causare disagi.

Scegliere il caricatore solare migliore

Per trascorrere una giornata fuori con la famiglia, l’opzione migliore è un caricabatterie solare con una capacità di almeno 25.000 mAh.

Se invece il viaggio sarà più lungo meglio optare per una capacità della batteria ben maggiore.

Alcuni  modelli hanno la capacità di caricare fino a 7 cellulari. Questa tipologia è molto utile per quando si effettuano viaggi di gruppo.

Se siete invece dei fotografi o video-maker in viaggio  è consigliabile un modello che può caricare 4 dispositivi elettronici. Questa cosa  può essere molto utile nel caso di una famiglia di 4 persone che desidera caricare più cellulari o/o tablet contemporaneamente.

Il miglior caricatore solare per percorsi di più di un giorno devono avere potenze tra i  60w o 100w, per poter aiutare in qualsiasi emergenza energetica. I modelli di questa fascia hanno pannelli solari con una grande efficienza, molta potenza  e pesano relativamente relativamente poco (1,2 kg). I prezzi oscillano tra i 150 e i 200 euro.

I modelli di fascia molto alta si ricaricano anche in condizioni di scarsa illuminazione, ad esempio in giornate di  pioggia. Ovviamente sono anche totalmente waterproof.

Grande appassionato di letteratura, scrittura e tecnologia, attualmente lavora a tempo pieno come articolista SEO presso molti portali.

Back to top
menu
Caricatori Solari migliori